Le ferie e la legge del contrappasso 

Al liceo ero un’adolescente inquieta e confusa, spesso arrabbiata col mondo. I miei ricordi di allora sono pervasi da quegli stati d’animo, e non certo i più felici.

Nonostante questo é stato davvero piacevole rivedere dopo 16 anni gli ex compagni di liceo e scoprire come sono diventati. É stata una piacevole distrazione da queste ferie un po’ flop… 

Per mesi e settimane sono stata in Svizzera a lagnarmi della pioggia e del freddo come una vecchietta annoiata. I malcapitati colleghi si sono dovuti sorbire lunghe odi al tepore del sud Italia. Con occhi sognanti anticipavo il piacere del godersi il sole sulle spiagge incontaminate dell’isola…
Ma quest’anno avrei dovuto aspettarmelo. Le disgrazie non vengono mai da sole. Si presentano sempre a grappoli, come le scosse di assestamento dopo un grosso terremoto. Si muovono in gruppo, come le adolescenti rumorose in tumulto ormonale.

Quest’anno mi ha visto diventare single attempata dopo l’annullamento del mio matrimonio e conseguente trasloco affrettato. Nel giro dei tre mesi successivi è morto il mio cane, sono andati a sbattere sulla mia macchina e ho dovuto estrarre tutti e quattro i denti del giudizio.

Avrei dovuto aspettarmelo che le ferie sarebbero state altrettanto sfigate. Ed infatti eccomi qui a boccheggiare con 46 gradi all’ombra. Le due settimane più calde della storia sono anche le mie uniche due settimane di ferie estive. E sto di nuovo qui a lamentarmi, ma stavolta del caldo, rimpiangendo il fresco e la pioggia d’oltralpe.

Dante non avrebbe saputo immaginare niente di meglio. Gli studi classici in fondo anche a questo possono servire: a farci assaporare meglio l’ironia della sorte.

Annunci

Autore: Maura C.

Sarda trapiantata all'estero, scrivo per piacere, e a volte come sfogo. Adoro leggere, viaggiare e imparare da ogni esperienza della vita.

18 thoughts on “Le ferie e la legge del contrappasso ”

  1. Il caldo quest’anno è eccezionale, non si respira nemmeno al mare da dove ti sto scrivendo prima di ripartire. Le mie vacanze finiscono oggi. Penso che le tue disavventure siano finite, la fine di un ciclo, l’ inizio di una nuova vita, di una rinascita. Me lo sento. Ti auguro tante cose belle.

    Liked by 1 persona

  2. Faccio il gufo ma neanche più di tanto, ci dovremo abituare a questo caldo, i meteorologi chiamati con disprezzo “ambientalisti” lo dicono da dieci anni (forse più) a questa parte che l’inquinamento e il buco nell’ozono porteranno la penisola italiana a temperature sempre più alte. La frase di De Andrè l’apprezzo sempre molto non a caso l’agricoltura biodinamica parla il linguaggio del letame, è da quello che si impara chi si pensa superman e lavora per non perdere mai non impara nulla e si prosciuga nell’anima, peggio per loro. Ciao.

    Liked by 1 persona

      1. Si hai ragione, sto seguendo le vicende in Sardegna, mi sento particolarmente connessa a quelle terre anche se non ci sono nata e non ci ho mai vissuto (è una cosa mia questa) e in generale sto seguendo la faccenda “incendi” e acqua che scarseggia, il tema è davvero complesso e tocca tanti argomenti comprese le vite singole delle persone che stanno in metodiche anche comportamentali specifiche derivanti da una cultura specifica che è consumistica tra i suoi aspetti questo è quello che in parte ci ha portat@ tutt@ a questo punto.

        Mi piace

  3. Pensa che non puoi andare che in salita. Diciamo che la mala sorte si è un po’ accanita contro di te. Il mio anno sfortunato è stato l’anno scorso. Anche a me è morto il mio amato cane. A parte l’incidente successo a me credo sia stata la cosa più dolorosa da elaborare. Un sorriso. Lila

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...