La teoria della relatività 

E’ arrivato il maestrale.

Il refrigerio è arrivato giusto in tempo per sostenere il mio umore in timida ripresa. Ci siamo riappropriati del giardino dove, sino a ieri,  c’erano solo zanzare e lucertole.

E’ solo dopo tanti giorni di scirocco e caldo africano che si apprezza davvero il maestrale.

E’ cosi per il clima, ma anche per tante altre cose nella vita. Ad esempio, possiamo avere un sacco di soldi, ma comunque sentirci poveri. Ho conosciuto parecchie persone cosi’. Nonostante siano nate e cresciute fortunate e senza alcuna difficoltà economica, vivono di stenti  come se fossimo in dopoguerra, risparmiando su qualunque cosa.

Io invece sono nata e cresciuta ricca in una famiglia povera. Vengo da un paesino piuttosto povero. I miei non navigavano affatto nell’oro, anche prima che mio padre perdesse il lavoro. Pero’ io mi sono sempre sentita una principessa.

Mi ricordo come fosse ieri, quanto mi fossi innamorata della casa delle bambole che facevano vedere in TV.  Era un sogno di plastica rosa, con tutti i piccoli oggettini in miniatura. Penso costasse una follia, e io già avevo delle Barbie originali, cosa che non tutti ai tempi potevano permettersi. Mio padre decise di accontentarmi lo stesso; era appassionato di piccoli lavoretti in legno di ginepro che trovava in campagna o abbandonato sulla spiaggia. E fu cosi’ che le mie bambole per natale ricevettero in regalo dei pezzi unici: mobili in miniatura in pregiato legno di ginepro lavorato a mano.  La plastica rosa è da media borghesia, io sono di sangue blu.

I miei non hanno mai fatto delle vere e proprie vacanze. Il mio paese, pero’, si trova a meno di un’ora da alcune delle più’ belle e incontaminate spiagge al mondo. Cosi’ le domeniche d’estate ci alzavamo all’alba per preparare il pranzo da portare al mare. Una cosina semplice: il maialetto o l’agnellino arrosto, l’insalata di pasta con le cozze e arselle o una teglia di scampi… Non mancava mai anche il boccale di vino rosso e il caffè nel thermos. Anni dopo, ho avuto occasione di viaggiare e vedere spiagge nel resto del mondo: quasi nessuna ha retto al confronto.

Io sono cresciuta cosi’, a pane e carne arrosto, e ho imparato che anche la ricchezza è relativa.

 

 

Annunci

Autore: Maura C.

Sarda trapiantata all'estero, scrivo per piacere, e a volte come sfogo. Adoro leggere, viaggiare e imparare da ogni esperienza della vita.

8 thoughts on “La teoria della relatività ”

  1. La ricchezza è relativa hai ragione, ricordo una frase che ti riporto non per come era stata scritta, perché ho memoria del concetto che esprimeva e che io ho recepito e non della frase stessa:
    “Si crea per non cercare nel profondo, si da vita a cose fittizie per non vedere quelle reali, per non assaporare la bellezza dei momenti, quello che appare indispensabile spesso è ciò che fa ammalare e non fa guardare a ciò che realmente è necessario” era molto forte per come la recepii ma si aggancia al tuo post, e tu hai saputo vedere davvero. Ciao Maura.

    Liked by 2 people

  2. Non sopporto le persone tirchie, é più forte di me. Le giudico male. Anche tu sei nata fortunata a nascere e a crescere in una famiglia ricca di valori e di buoni sentimenti che hanno fatto di te la donna che sei. Buon ferragosto Maura. Ciao.

    Mi piace

  3. Buon giorno mi iscrivo al tuo blog mi piace molto come scrivi. Verrò a leggerti con calma dopo le vacanze, adesso non ho molta connessione ad internet.
    A proposito, io sono nata in una famiglia modesta, mio padre ha avuto bisogno di emigrare prima in Francia e poi in Germania, per poter provvedere al bisogno della famiglia.
    La vera ricchezza, la troviamo dentro di noi. il mio motto è: Nella vita basta il tanto necessario, per non aver bisogno di chiedere aiuto per andare avanti. Oggi viviamo nel superfluo, tanto da non sapere più apprezzare niente, tutto ci lascia indifferente. Buon fine settimana 🙂

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...